Ferengi in Bruxelles

dall'Etiopia a Bruxelles senza passare dal via

Cosa hanno lasciato gli italiani in Etiopia

5 commenti

Riprendendo il filo del discorso affrontato nel post precedente, ci sono alcune cose che gli italiani hanno indubbiamente lasciato in eredità al popolo etiope. Oltre alle infrastrutture che ancora reggono nonostante il passare del tempo, le macchine per l’espresso e l’abitudine a comprare i dolci per il pranzo della domenica, l’Italia ha lasciato in dote all’amharico un’indubbia eredità linguistica.

Le parole nell’ambito meccanico, come carburatore, gommista, cacciavite, ecc. sono prese pari pari dall’italiano, comprese machìna (con una sola c e l’accento sulla i), targa, aeroplano. Anche la burocrazia l’abbiamo importata noi: le parole bollo e firma si usano qui come in Italia. E per diluire le vernici, anche qui si usa l’acqua ragia.

Ma la cosa più strana e che non mi sono ancora riuscita a spiegare è il fatto che in amharico si usi la parola “calcio”per dire pedata, colpo con il piede… e prima del 1936 questi etiopi non avevano mai dato un calcio?

Annunci

Autore: ferengibruxelles

dall'Etiopia a Bruxelles senza passare dal via

5 thoughts on “Cosa hanno lasciato gli italiani in Etiopia

  1. Pingback: Calcio:ecco perché « Ferengi in Addis

  2. … si è divertente come molte parole italiane hanno arricchito il vocabolario etiope! Una simpatica è “quotidiano”, in amarico è “gazetta” ovviamente deriva da “gazzetta”!

  3. E il chewing-gum? Sarà un caso che si chiami mastika?

  4. Pingback: Ecco perché molti etiopi hanno la pelle chiara (e parlano italiano senza saperlo) « Ferengi in Addis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...