Ferengi in Bruxelles

dall'Etiopia a Bruxelles senza passare dal via


3 commenti

Buon compleanno Bob

Domenica scorsa sarebbe stato il 66° compleanno di Bob Marley.

E voi direte: e che c’entrano l’Etiopia e Addis Abeba con ciò?

C’entrano, perché il Rastafarianesimo affonda le sue radici proprio in questo paese e i suoi seguaci considerano l’Etiopia come la terra promessa. Non per nulla i colori rasta sono il giallo, il verde e il rosso, esattamente quelli della bandiera etiope. E non a caso il nome rastafari deriva da Ras Tafari, il nome di Hailé Selassié prima che fosse nominato imperatore: i rastafariani lo consideravano infatti il nuovo messia e gli attribuivano un’ascendenza divina.

C’entrano, perché l’ Etiopia è il secondo paese più rasta del mondo dopo la Giamaica: il negus in persona aveva regalato dei terreni di sua proprietà nella città di Shashamane perché vi si potesse insediare una grande comunità rastafariana.

C’entrano, perché per non dimenticare tutto questo ad Addis Abeba stanno per intitolare all’indimenticato artista giamaicano una piazza (a dire il vero una rotonda sulla Ring Road): Bob Marley Square – One Love.

Annunci